Soccer Fever2018/2019
(Maschile)
Calcio a 7

JLEAGUE

Archivio news 16/05/2019

J LEAGUE DEI RECORD

Servizio Raja Club Athletic - Alianza Lima Milano


AMMAR POKER DA SOGNO! LA J LEAGUE È DI RAJA CLUB

 

Raja Club Athletic – Alianza Lima Milano   4-3 (d.t.s)
Reti:
6’ Ammar M. (R), 10’ Ammar M. (R), 16’ Ramirez (A), 23’ Ammar M. (R), 25’ Ramirez (A), 17’st Borne (A), 5’sup. Ammar M. (R)

Ammoniti: Lasga (R), Boulahna (R), Irving (A), Mendoza (A), Malpica (A)

 

LA CHIAVE TATTICA
Una finale spettacolare, emozionante e ricca di colpi di scena caratterizzata da duelli fisici e gesti tecnici di alto livello. Partenza fortissima di Raja, che nei primi dieci minuti punge due volte grazie al numero 7 Ammar Maroian. Alianza reagisce alla grande e accorcia le distanze con una rete fantastica di Ramirez, ma l’entusiasmo che accompagna i peruviani viene di nuovo spento da una prodezza favolosa di Ammar, che sigla il 3-1 con uno splendido colpo di tacco al volo.
Le speranze di Alianza non muoiono e a tenerle in vita è il gol di Ramirez, il secondo, che calcia di potenza la palla, insaccando nell’angolino. Il secondo tempo è meno spettacolare del primo: tanto nervosismo e la tensione sale minuto dopo minuto. Le interruzioni diventano ormai regolari e il gioco è continuamente spezzettato. Un lampo di Borne, a otto minuti dalla fine, regala ad Alianza la rete che vale il pareggio ma una follia di Irving concede il match point a Raja, direttamente da calcio di rigore. Dai sette metri va Akermouche, ma il portiere si riscatta e para. La finale viene decisa ai tempi supplementari da una punizione defilata di Ammar con la complicità del portiere. E' il n.7 marocchino il Man of the match e il Man of the J League.

 

PAGELLE RAJA CLUB ATHLETIC

Benja 6.5: due parate fondamentali nel primo tempo. Sui gol ha poche responsabilità.
Ben Omari 7: entra in campo col piglio giusto, difende la palla e serve i compagni con precisione. Da sottolineare l’assist per Ammar nel primo tempo.
Larjani 8: in mezzo al campo lo si trova ovunque, intercetta palloni e ne recupera una quantità inquantificabile. Usa il fisico senza commettere falli ingenui e aiuta la difesa in fase di ripiegamento.
Lasga 6.5: mezzo voto in meno per essersi lasciato scappare Ramirez in occasione del gol del 2-1. Gioca comunque una partita attenta e precisa dal punto di vista tecnico.
Akermouch 6: fa un grande lavoro per la squadra: gioca di sponda e regala un assist perfetto in occasione del primo gol. Il suo voto cala drasticamente a causa del rigore fallito: fortunatamente per lui.. l'errore non è decisivo.
Boulahna 7.5: in copertura è sempre attento e mantiene la posizione che l’allenatore gli ha imposto. In fase propositiva è meno incisivo che in semifinale, ma il suo apporto è comunque determinante ai fini della vittoria.
El Fadili 8: un muro invalicabile sul quale sbatte più volte l’attacco di Alianza. Un vero leader che trasmette fiducia e infonde calma ai compagni. Va vicinissimo alla rete sugli sviluppi di una punizione verso fine gara.
Lagranza 7: quando è chiamato in causa risponde sempre presente: gioca semplice ma non è banale nelle scelte.
Ammar M. 10: sensazionale, strabiliante e travolgente. Si carica su di sé il peso e la responsabilità di tutta la squadra e la porta alla vittoria finale. Segna quattro gol ma il terzo è qualcosa di favoloso. Un regalo a tutti gli amanti del calcio, un gesto tecnico di alta classe. Che giocatore!

 


PAGELLE ALIANZA LIMA MILANO
Irving 7
: croce e delizia, sbaglia commettendo il fallo da rigore ma poi rimedia neutralizzandolo. Diverse parate di livello nel corso della gara, ma è complice di qualche errore, soprattutto nel gol decisivo. Poteva fare meglio.
Hernandez 5.5: occupa la fascia destra ma è poco incisivo.
Mendoza 6: qualche buona giocata e qualche idea potenzialmente brillante ma nulla di più. Annullato quasi totalmente dal centrocampo avversario, molto più fisico.
Ramirez 8: risponde ai colpi del numero 7 avversario siglando una doppietta e due gol meravigliosi ma purtroppo non bastano. Per distacco il migliore della squadra.
Malpica 6: troppo falloso e mai decisivo nelle giocate. Perde qualche pallone di troppo e non è sempre preciso tecnicamente. Serata storta.
Paredes 5.5: gioca qualche minuto nel primo tempo ma non entra mai nel vivo del match.
Rodriguez 7: numeri di alta scuola. Si allarga sulla fascia, rientra in centro per tirare ma non trova il bersaglio per pochi centimetri. Sempre pericoloso.
Meza 6.5: gioca una buona gara da difensore centrale ma deve contenere un giocatore di un’altra categoria e chiaramente soffre.
Loayza 6: entra quando mancano 15 minuti alla fine. Serve un assist al bacio per il gol del 3-3, ma per il resto è anonimo.
Borne 6.5: segna il gol del momentaneo 3-3. Sfiora il gol dell’impresa nei supplementari. Fosse arrivato prima avrebbe aiutato sicuramente di più.